Lung Ching - The Tea Stylist's Mug - Tea Magazine by Francesca Natali

Abbinamento tè e food

Il tè protagonista di gustose ricette

Il tè, bevanda millenaria diventa oggi, grazie all’estro europeo ed italiano, un momento di raffinata convivialità ed entra a far parte di quel gruppo di ingredienti con cui ogni appassionato di cucina dà vita alle sue più speciali creazioni.

Una foglia di tè può dunque produrre una deliziosa infusione ma può anche essere protagonista di gustose ricette dove viene utilizzata come spezia vera e propria.

L’Occidente ha scoperto il tè molto tardi, ma questa bevanda è nata in Oriente dove, considerata stimolante e capace di tenere vigile la mente, costituiva un alimento di sostentamento per molte popolazioni. Da allora usanze, riti, cerimonie, metodi di cottura e preparazione si sono moltiplicati nel corso dei secoli adattandosi a culture ed esigenze delle diverse popolazioni, diventando simbolo di convivialità e di accoglienza.

L’impiego del tè in cucina come spezia è comunque un fatto molto recente, riscoperto ed adattato dalla haute cuisine internazionale, per cui i grandi chef di tutto il mondo hanno iniziato ad apprezzare la versatilità culinaria di questo ingrediente e soprattutto la sua capacità di esaltare sapori e profumi.

Grazie alla speciale lavorazione delle foglie ma anche al terroir dove ogni piantagione cresce, ogni tè presenta gusto e aroma molto differenti.

Abbinamento tè e food

Come un perfetto sommelier sa consigliare il giusto vino, così anche per il tè esistono abbinamenti ideali a ricette, ingredienti o momenti della giornata che è importante conoscere: per colazione, ad esempio,  sarà perfetto un tè dal carattere deciso come un Ceylon St. James OP dalle sfumature di cuoio e miele. Per il pomeriggio si preferirà un Lung Ching cinese fruttato e persistente o un tè Grand Oolong Fancy davvero superbo con le sue note di bosco.

In cucina come in tavola un tè verde Gyokuro dalle forti note vegetali marine è ideale quando si prepara del pesce crudo o dei crostacei, ma si può preferire un tè verde cinese come il Gunpowder, astringente e tonico, quando si cucinano piatti a base di verdure. Il tè nero affumicato Lapsang Souchong è invece perfetto con la carne d’anatra o con il salmone affumicato e i formaggi; mentre con la carne di maiale l’abbinamento migliore può essere ricercato tra i tè indiani dell’Assam, dal liquore rotondo e ampio. Per arricchire una dolce crema inglese risultano ideali i preziosi tè del Darjeeling raccolti ai piedi dell’Himalaya; mentre per un sorbetto la più indicata è la varietà giapponese in polvere del Matcha.

I tè mélange, aromatizzati in modo del tutto naturale con fiori, frutta e spezie, si prestano a inedite e raffinate preparazioni dolci come confetture, dessert al cucchiaio, mousse, sorbetti, torte morbide o salse. I più utilizzati sono quelli a base fruttata come il classico Lotus Bleue con vaniglia e fragole, oppure con dominante fiorita come il delizioso Jasmin Grand Mandarin. Ottimo per dolci a base di cioccolato è il mélange verde Belle Époque, con lamponi, more e ribes rossi o, ancora, un soufflé di nocciole si sposa magnificamente con un mélange nero Chocolat – Île de Madagascar, che unisce nel gusto la persistenza dei baccelli di vaniglia, la forza delle fave di cacao e la magia della mandorla.