Tiffany a Londra, Natale 2011

Le Christmas Cards al tempo della Regina Vittoria!

Adoro inviare gli auguri di Natale su affettuosi bigliettini e adoro anche riceverli… ma questo purtroppo succede oramai cosi raramente. Bastano poche parole per accompagnare questi piccoli messaggi di gioia e augurio che sembrano anche un piccolo dono natalizio.
Pensiamo alla gioia di ricevere un biglietto assolutamente originale e personale scritto a mano e al piacere di creare, per le persone più care e a quelle a cui ci sentiamo più vicine, cartoncini colorati su cui applicare aghi di pino, foglie di pungitopo, bacche, fiocchi con nastri scozzesi, cuori di stoffa o altri elementi della natura.

Curiosiamo tra le righe alla scoperta della nascita di questi messaggi d’augurio. L’età Vittoriana (oltre che meraviglioso periodo per il Tea Time!) fu un periodo storicamente e socialmente molto ricco per l’Inghilterra con grandi ripercussioni in tutta Europa. Nel 1843 si aggiunse, alla magia del Natale che già era una festa molto sentita e festeggiata, la nascita dei biglietti di natale. L’idea venne ad un dinamico giovane signore, Mr. Henry Cole, che lavorava nell’ufficio licenze di Londra. Mr. Cole ebbe l’idea geniale di fare dipingere, ad un amico pittore, delle cartoline con un soggetto natalizio.  Il disegno rappresentava il pranzo di natale di una famiglia vittoriana: tutti brindavano con un bicchiere di vino rosso, mentre sul fondo il gruppo di bambini gustava un pudding, dolce tradizionale per antonomasia. Ai lati altre due immagini rappresentavano lo spirito del Natale, la povertà e l’accoglienza, rappresentati con l’immagine di un povero che viene accolto e vestito da un ricco.

Nacquero d’incanto le Christmas Cards augurali del Natale. La cosa curiosa è che la leggenda narra che la società del tempo era piuttosto conservatrice e accusò il sig Cole affermando che l’immagine tendeva ad istigare all’ubriachezza il popolo inglese tanto che Mr. Henry Cole fu costretto a cambiare l’immagine con calde tazze di tè. Il tè a quell’epoca era già entrato familiarmente nelle case inglesi come una piacevole pausa del pomeriggio, come colazione raffinata o come leggera cena frugale e vedeva spesso riunite più persone socialmente coinvolte e affettuosamente invitate a condividere una tale piacere. Continuiamo la storia dunque scegliendo per le nostre feste un buon tè da offrire agli amici che vengono a farci gli auguri di buone feste.

Dicembre è il momento delle feste, degli auguri, dei brindisi al Natale e all’Anno Nuovo. E’ l’occasione per rivedere gli amici più cari come di utilizzare la scusa delle celebrazioni per invitarne ed incontrarne di nuovi.

Idee regalo

Un buon tè è un regalo delizioso da offrire o da portare in dono… ecco le due nuove proposte 2011!

Christmas Herbal Tea Infuso di frutta con meringhe, mandarini e spezie dolci con cannella e agrumi

Rooibos Fete de Noel Rooibos con chiodi di garofano e agrumi

I classici della Maison

Fabulous Tea Tè verde con cocco, pepe rosa, arancia, vaniglia, zenzero, spezie

Magie d’Hiver Tè verde con cannella e agrumi

Fete Royale Tè verde con mandorle e agrumi

Gelée Blanche Tè nero con cannella e agrumi