Tè indiano - The Tea Stylist's Mug - Tea Magazine by Francesca Natali

Chai, tè speziato indiano: la storia + la ricetta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Suoni particolari, profumi intensi, colori e sapori marcati, questi sono i ricordi più vivi e frequenti di chi visita l’India oggi. Poi ci sono il passato, la cultura e le tradizioni, quelle più antiche come quelle più recenti: in meno di duecento anni questo Paese è diventato una delle più grandi e ricche zone di coltivazione del tè, la cui storia è fortemente legata a quella del popolo britannico.


La storia

È il 1700 quando la celebre Compagnia Orientale delle Indie decide di introdurre la pianta cinese del tè nelle colonie britanniche: fu un successo immediato, grazie anche all’apporto della Regina Vittoria, che non solo sostituì lo scotch con il tè, ma capì che coltivarlo in casa sarebbe stato più vantaggioso che importarlo dalla Cina. Uno dei ricordi più vivi al rientro da questi viaggi, è proprio una calda tazza di tè nero speziato. La tradizione popolare infatti predilige il consumo di un tè arricchito con cannella, cardamomo, pepe nero e chiodi di garofano e addolcito con latte caldo e zucchero.

Si chiama Chai e spesso viene prodotto utilizzando tè raccolti nelle terre dell’Assam, il cui aroma è ricco, pieno, leggermente astringente – capace di supportare egregiamente una nuvola di latte, semplicemente perfetto per accompagnare spezie fresche. Le lente acque del famoso Brahmaputra scorrono lontane e dividono come un nastro argenteo le verdi vallate dell’Assam. Questi giardini sono ombreggiati da piante di eucalipto e le raccoglitrici indossano bellissimi abiti di seta dai vibranti colori. I loro cesti sono colmi di grandi foglie e spesso usano ombrellini per proteggersi dal caldo sole. I luoghi di produzione e trasformazione della nobile bevanda profumano del dolce aroma di malto delle foglie fresche – è davvero una sensazione eccitante da provare, piena e appagante.

La ricetta del Chai indiano

Per preparare questo tè a casa è necessario :

- Portare ad ebollizione nello stesso padellino, 175 ml di latte e 175 ml di acqua.

- Dopo qualche minuto è possibile ridurre la fiamma e aggiungere un cucchiaio colmo di tè nero (ottimo anche nella versione broken, cioè a foglia spezzata) e un cucchiaio colmo di spezie.

- Si lascia in infusione a fuoco acceso per cinque minuti e poi altri dieci minuti a fiamma spenta a riposare.

- A questo punto è possibile aggiungere zucchero in abbondanza avendo cura di eliminare tè e spezie dall’infusione. In commercio esistono mélange già pronti le cui caratteristiche aromatiche variano in base alle scelte della maison du thé. Perfette per un pomeriggio freddo d’inverno.